Quando si parla di smartness si pensa immediatamente al nuovo millennio. Le prime tecnologie legate all’efficienza e al comfort nell’edificio risalgono però al XVII secolo. L’ingegnere e inventore olandese Cornelis Drebbel fu uno dei primi ideatori e promotori della creazione e dello sviluppo dei sistemi di controllo, cioè dei sistemi capaci di gestire, comandare, dirigere o regolare il comportamento di altri dispositivi. 

Sicuramente negli ultimi 40 anni l’evoluzione degli edifici intelligenti ha compiuto significativi passi avanti, infatti proprio negli anni ‘80 la United Technology Building Systems Corporation of the USA introdusse il termine “intelligent building”. Nel 1983 fu completato il primo edificio intelligente: il City Place Building di Hartford, nel Connecticut. Con il tempo la tecnologia si è evoluta offrendo nuove straordinarie possibilità.

La svolta decisiva è data dall’Internet of Things che ha reso possibile, attraverso i sensori, la raccolta dei dati e l’utilizzo degli stessi per migliorare affidabilità e performance del fabbricato, riducendo i consumi energetici, ottimizzando gli spazi e minimizzando l’impatto ambientale.

Per il mercato del Building Automation, ISOIL Industria offre un’ampia gamma di concentratori di dati per sistemi di contabilizzazione dell’energia termica e dell’acqua sanitaria: uno di questi è l’ AQUAMETRO – Concentratore dati M-BUS: scopri le caratteristiche! 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.