La CNA Sardegna, che ha analizzato gli ultimi dati Istat sul servizio idrico, ha rilevato che la Sardegna è la penultima regione italiana nella percentuale di acqua effettivamente erogata su quella immessa in rete: 44% contro una media nazionale del 59%.  Una situazione che peggiora di anno in anno per molteplici motivi: dalle perdite nelle condotte alla possibile esistenza di grandi quantità di acqua non conteggiate destinate ad usi pubblici, da sfiori di serbatoi a possibili furti e prelievi abusivi. Nel triennio 2014-2016, inoltre, circa il 17% delle famiglie sarde ha denunciato irregolarità nell’erogazione dell’acqua: è il terzo dato più negativo tra le regioni italiane (9% la media nazionale).

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.